croce_legno_CSB12_1
Croce_San_Benedetto_Ulivo_CSB_12 (2)
Croce_San_Benedetto_Ulivo_CSB_12 (3)
Croce_San_Benedetto_Ulivo_CSB_12 (4)
Croce_San_Benedetto_Ulivo_CSB_12 (5)
croce_legno_CSB12_2

Croce San Benedetto legno ulivo 64 mm

Croce San Benedetto legno ulivo 64 mm
Prezzo base, tasse incluse3,75 €
Prezzo di vendita3,00 €
Sconto-0,75 €

Telefono 0965 23751 - Whatsapp 376 017 7820

 

Croce San Benedetto in Legno di Ulivo 64 mm

Realizzata in pregiato legno di ulivo, questa croce presenta una medaglia di San Benedetto in zama. Con una lunghezza di 70 mm e una circonferenza del laccio di 70 cm, è un simbolo perfetto di fede e protezione.

  • Materiale: Legno di Ulivo
  • Lunghezza: 64 mm
  • Larghezza: 37 mm
  • Colore: Ulivo
  • Forma: Croce Tau
  • Peso: 13 gr

La croce è il principale simbolo della religione cristiana, rappresentando la crocifissione di Gesù e la salvezza portata dalla sua passione e morte.

Lunghezza 44 mm
Larghezza 37 mm
Materiale Legno
Circonferenza laccio 70 cm
Colore Ulivo
Forma Croce
Uso Croce
Peso 13 gr

 


 

 

La croce è il principale simbolo della religione cristiana e ricorda la crocifissione di Gesù e la salvezza portata dalla sua passione e dalla sua morte. Per la maggioranza dei cristiani la Croce cristiana è quindi un simbolo dell'amore di Dio, in quanto è una rappresentazione della morte che Cristo ha voluto per redimere gli uomini. Il simbolo della croce si impose comunque lentamente tra i cristiani, anche perché anticamente la croce era un simbolo di biasimo (Lettera agli Ebrei, 6,6).Il suo uso si diffuse principalmente a partire dal IV secolo, mentre la tradizionale collocazione della croce sull'altare si ebbe a partire dal Medio Evo. Il segno della croce, di uso comune tra i cristiani, può avere più valenze: preghiera, benedizione e altro.

L'olivo o ulivo (Olea europaea L., 1753) è un albero da frutto che si presume sia originario dell'Asia Minore e della Siria, perché in questa regione l'olivo selvatico spontaneo è ab antiquo comunissimo, formando delle vere foreste sulla costa meridionale dell'Asia Minore. Qui appunto i Greci cominciarono a coltivarlo scoprendone le sue proprietà, cui diedero il nome speciale di ἔλαια che i Latini fecero olea. Fu utilizzato fin dall'antichità per l'alimentazione. Le olive, i suoi frutti, sono impiegati per l'estrazione dell'olio di oliva e, in misura minore, per l'impiego diretto nell'alimentazione. A causa del sapore amaro dovuto al contenuto in polifenoli appena raccolte, l'uso delle olive come frutti nell'alimentazione richiede però trattamenti specifici finalizzati alla deamaricazione (riduzione dei principi amari), realizzata con metodi vari. Appartiene alla famiglia delle Oleaceae e al genere olea

Categorie

Ars Religiosa è proprietà di Religio - P.IVA 01606730800 - Servizi Web Marketing
cronjob