ars religiosa

Teca 4073

Teca porta Ostie
Prezzo base, tasse incluse110,31 €
Prezzo di vendita88,25 €
Sconto-22,06 €
14d.gif
Descrizione

Teca porta Ostie cm 20

E' realizzata per accogliere le Ostie fino al diametro cm 20, fabbricata in ottone dorato, come da disposizione delle rubriche generali del messale cfr. PNMR 294; un processo di decorazione ornamentale usato su diversi materiali e con diverse tecniche per impreziosire un oggetto tramite l'apposizione di un sottilissimo strato di oro, detto "foglia oro". Più raramente sono usati sostituti per l'oro, quali leghe che simulano il color oro, argento o rame. I suoi usi principali sono nella produzione di volumi di pregio per bibliofili, nella decorazione di mobili di lusso e nell'arte. La doratura era una tecnica molto diffusa nell'arte e nell'architettura medievale, specialmente in quelle bizantina e rinascimentale, dove la foglia d'oro veniva usata nei dipinti su tavola di legno, per esaltare l'effetto visivo delle aureole dei santi, o il brillare del sole: l'inattaccabilità alla corrosione dell'oro ha permesso a queste tavole di giungere fino ad oggi con immutato splendore.
La tecnica in uso sulle nostre teche è il procedimento galvanico, e come tale è adatto solo all'uso su metalli. Un elemento metallico viene immerso in un bagno galvanico e attraversato da correnti elettriche. Le correnti passando da un elettrodo in oro all'altro elettrodo (l'oggetto immerso) apportano particelle di materiale sull'oggetto da dorare. Il risultato è uno strato molto uniforme e resistente, nonostante sia sottilissimo.
E' impreziosita da una placca in peltro, una lega composta principalmente di stagno (min. 90%), con l'aggiunta di altri metalli (rame, bismuto e antimonio). Anticamente, secondo la qualità e l'uso previsto, poteva contenere fino al 15% di piombo. Oggi il piombo è stato bandito per la tossicità. È impiegato per creare oggetti artistici, monili, trofei, vassoi, piatti, e altro ancora. Il peltro è un materiale antico che si produceva colando una lega di stagno in forme di ferro o di ottone incise, e lavorandola successivamente con la tecnica della corrosione e della martellatura per ottenerne le forme della tradizione artigiana. Oggi viene lavorato a caldo in stampi di ghisa, terra o gomma siliconica e poi rifinito a mano artigianalmente, oppure stampato in lastre e lavorato al tornio, ma sempre utilizzando tecniche prettamente artigiane. Talvolta questo materiale viene ancora utilizzato per la fabbricazione delle canne d'organo. L'ottone, di cui sono fatte le nostre teche,è una lega ossidabile formata da rame (Cu) e zinco (Zn), è un materiale duttile, malleabile ed ha una buona resistenza alla corrosione. Rispetto al rame presenta valori più elevati di durezza, resilienza e fusibilità (fonde a 1015 gradi celsius) ed è resistente al calore.
Inciso sul dorso porta il trigramma IHS, dal latino: Jesus Hominum Salvator (Gesù redentore degli uomini).IHS, spesso stilizzato con una croce nella H, è un nomen sacrum che fin dal Medioevo ha un uso amplissimo nell'arte figurativa della Chiesa cattolica come Cristogramma.
La pratica chiusura a clips permette l'apertura e la chiususa facilitate.

Misure cm  21x3

Recensioni

Nessuna recensione disponibile per questo prodotto.

contrassegno

Cera Liquida378 soddisfatti

Carrello

 x 

Carrello vuoto

Recensioni

Molto soddisfacenti tempi e modalità della spedizione del prodotto. La qualità del prodotto stesso... See More
Molto soddisfacenti tempi e modalità della spedizione del prodotto. La qualità del prodotto stesso corrisponde adeguatamente alla descrizione e alle attese. Grazie del servizio!
Monastero delle Clarisse
Ottimi.
Ottimi.
pasqualina satta
Grazie, sono ampiamente soddisfatto della cera liquida. consegna molto celere. Dio vi Benedica
Don... See More
Grazie, sono ampiamente soddisfatto della cera liquida. consegna molto celere. Dio vi Benedica
Don Paolo Gucciardo
Parrocchia Sacro Cuore