Michael M******f

La cera liquida da voi fornito, è di buona qualità e siamo soddisfatti, e possiamo raccomandarlo a chi ne ha bisogno.
saluti

Michael M******f

(2)
C*****a

Gli articoli ricevuti rispondono alle mie aspettative. Grazie C*****a

(2)
V**********i
Buonasera, come sempre la ditta ha mostrato cortesia, celerità nella spedizione e conformità a quanto ordinato. Pienamente soddisfatto. Ringrazio sentitamente.
(2)
G*****o

ottimo grazie!

(2)
don L***i
Buongiorno, ordine ricevuto velocemente e con prodotti come previsto. Grazie Cordiali saluti
(2)
Andrea F******i

Buonasera, sono molto soddisfatto del prodotto, era proprio come lo volevo, ed è ben curato.Grazie Andrea F******i

(2)
Daniela I*****o

Buon vino da messa ottimo rapporto qualitâ prezzo e molto seria e precisa la spedizione. Daniela I*****o

(8)
don Leonardo P******a

Reliquiario perfetto, come da descrizione. Personale molto disponibile alle richieste e preciso nella consegna secondo i tempi stabiliti. Grazie! don Leonardo P******a

(15)
Luciano B*****i

Buongiorno, sono soddisfatto dei prodotti ricevuti e del servizio. Cordiali saluti. Luciano B*****i

(31)
Danilo F**s


Molto soddisfatto, consegna velocissima, di sicuro ancor prima di aver ricevuto il bonifico, non importa la cifra è il gesto molto cortese da parte Vostra che ha molta importanza. Penso e spero di poter fare ancora acquisti c/o di Voi e non mancherò di farVi una pubblicità più che ottima.

 
grazie
saluti sinceri
 Danilo F**s
(37)
Marco C*******i

Sono pienamente soddisfatto del prodotto e della fattura eseguita. Complimenti.
Auguri di buon Natale. Marco C*******i.

(40)
Sig.ra I*****o
  • Per quanto riguarda la consegna tutto ok molto rapida per quanto riguarda la qualità del prodotto non l'ho ancora assaggiato appena lo farò vi farô sapere
    Sig.ra I*****o
(54)
don Paolo B*******o
arrivato, tutto ok, grazie!
don Paolo B*******o
(49)
Don Pier Paolo M******i
Buongiorno.
Il vostro servizio è stato impeccabile in ogni aspetto. Grazie
Don Pier Paolo M******i
(55)
Yrina V.

Mille grazie per corona! Piacuto molto! E bellissima!
Yrina V.

(51)
M***a

Efficienza ottimale. Grazie! Consigliatissimo
M***a

(53)
M**è

Le apolle sono bellissime, corrispondono alle foto che avevo visto nel sito quando l'ho ordinato, Grazie
M**è

(48)
Lo F****o
Grazie infinite..siete stati molto tempestivi nella spedizione,
il pacco é arrivato integro e il prodotto da me scelto risulta essere perfetto..
grazie ancora per la gentile collaborazione,rimaniamo in contatto sicuramente x altre necessità..a presto e buon lavoro
(62)
S*****E

Ottimo il servizio. Non ho ancora avuto modo di assaggiare il prodotto. sara mia cura, a tempo opportuno, darvi notizia di congratulazioni (come sono certo al 90%) o ..... La ringrazio per avermi contattato e mi permetto di correggere il mio cognome: S*****E non S********A: Il Signore vi benedica!

(66)
A****m Solare
Consegna tempestiva. La cera liquida è nella lucerna che abbiamo ordinato insieme ed è stata accesa. Stiamo testando il prodotto. Grazie A****m Solare
(68)

Anello Ave Maria M041

Email
Anello Ave maria
Valutazione: Nessuna valutazione
Prezzo:
Prezzo Base con IVA: 2,31 €
Prezzo di vendita: 1,85 €
Sconto: -0,46 €
Misure anello

24h.gif
Descrizione

Anello in acciaio con preghiere Ave maria incisa

L'Ave Maria (si chiama così sia in latino sia in italiano), detta anche, in latino, salutatio angelica, è sia un'antifona sia una delle più diffuse preghiere mariane della Chiesa cattolica occidentale.
Il testo originale latino è il seguente:
Ave Maria, gratia plena,
Dominus tecum,
benedicta tu in mulieribus,
et benedictus fructus ventris tui, Iesus.
Sancta Maria, mater Dei,
ora pro nobis peccatoribus, nunc et in hora mortis nostrae.
Amen.
Essa consta di tre parti distinte: Il vero e proprio saluto dell'angelo: Ti saluto (vedi oltre), o piena di grazia, il Signore è con te, così come lo riporta Luca 1,28. Il saluto di Elisabetta: Benedetta tu fra le donne e benedetto il frutto del tuo grembo (Luca 1,42). L'aggiunta di una intercessione: Santa Maria, Madre di Dio, prega per noi peccatori, adesso e nell'ora della nostra morte. L'uso liturgico della prima parte dell'Ave Maria è attestato dal IV secolo. Un papiro del IV secolo trovato in Egitto nel 1917 dallo studioso inglese James Rendel Harris (1852-1941) contiene il testo dell'invocazione Sub tuum praesidium, nucleo primitivo dell'Ave Maria. Tale documento è denominato Papyrus Rylands 470 ed è conservato presso la John Rylands University Library di Manchester. Il testo costituisce la redazione primitiva della preghiera alla Vergine, che dall'Egitto si diffonderà attraverso le due formule successive: l'orientale (bizantino-ambrosiana) , e l'occidentale (alessandrino-romana). In latino la traduzione letterale è la seguente: "Sub misericordiam tuam / confugimus, Dei Genetrix. / Nostras deprecationes / ne despicias in necessitate /, sed a periculis libera nos, / una sancta, una benedicta" ("Sotto la tua protezione cerchiamo / rifugio, / Santa Madre di Dio: / non disprezzare le suppliche / di noi che siamo nella prova, / ma liberaci da ogni pericolo, / o Vergine gloriosa e benedetta"). La seconda parte con l'invocazione, in varie forme, è attestata a partire dal XIV e XV secolo in Italia; il Catechismo del Concilio di Trento dice che questa parte è stata composta dalla Chiesa stessa. Sembra sia stata adottata in questa forma dall'Ordine dei Mercedari nel 1514, e sarebbe stata ratificata dal papa in occasione della Battaglia di Lepanto (1571). L'Ave Maria venne introdotta come antifona nel breviario romano di Pio V per la festa dell'annunciazione nel 1568.
Realizzato in acciaio che è il nome dato a una lega composta principalmente da ferro e carbonio, quest'ultimo in percentuale non superiore al 2,11%: oltre tale limite, le proprietà del materiale cambiano e la lega assume la denominazione di ghisa. Il carbonio si presenta esclusivamente sotto forma di cementite o carburo di ferro. Le particelle di cementite presenti nella microstruttura dell'acciaio, in determinate condizioni, bloccano gli scorrimenti delle dislocazioni, conferendo all'acciaio caratteristiche meccaniche migliori di quelle del ferro puro. Gli acciai sono leghe sempre plastiche a caldo, cioè fucinabili, a differenza delle ghise. In base al tasso di carbonio gli acciai si dividono in:
extra dolci: carbonio compreso tra lo 0,05% e lo 0,15%;
dolci: carbonio compreso tra lo 0,15% e lo 0,25%;
semidolci: carbonio compreso tra lo 0,25% e lo 0,40%;
semiduri: carbonio tra lo 0,40% e lo 0,60%;
duri: carbonio tra lo 0,60% e lo 0,70%;
durissimi: carbonio tra lo 0,70% e lo 0,80%;
extraduri: carbonio tra lo 0,80% e lo 0,85%.
Gli acciai dolci sono i più comuni e meno pregiati. Oltre al carbonio possono essere presenti degli ulteriori elementi alliganti aggiunti per lo più sotto forma di ferroleghe. In base alla composizione chimica gli acciai si possono distinguere in 2 gruppi: acciai non legati sono acciai nel quale i tenori degli elementi di lega rientrano nei limiti indicati dal prospetto I della UNI EN 10020; acciai legati sono acciai per i quali almeno un limite indicato del suddetto prospetto I viene superato. Per convenzione gli acciai legati si suddividono in: bassolegati: nessun elemento al di sopra del 5%, altolegati: almeno un elemento di lega al di sopra del 5. L'importanza dell'acciaio è enorme, i suoi usi sono innumerevoli, come anche le varietà in cui esso viene prodotto: senza la disponibilità di acciaio in quantità e a basso costo, la rivoluzione industriale non sarebbe stata possibile. Col passare del tempo le tecniche di produzione dell'acciaio si sono andate perfezionando e diversificando, per cui ai nostri giorni esistono molteplici tipologie di acciai, ciascuna relativa a diverse esigenze progettuali e di mercato.

Recensioni

Nessuna recensione disponibile per questo prodotto.

Altri prodotti

Il Portale web "Ars Religiosa" utilizza cookies propri e di terze parti per garantire il corretto funzionamento delle procedure e migliorare l'esperienza di uso delle applicazioni online. Per le informazioni tecniche e legali sui cookies è possibile consultare Wikipedia alla voce "Cookie". Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo vedi la nostra Informativa sui Cookies.

Accetta cookies da questo sito.